Laboratorio “ossa che parlano”

Adatto alle classi: dalla I della Scuola Primaria alla I della Secondaria di II° grado
Prenotazione: obbligatoria

Laboratorio “ossa che parlano”

Un laboratorio per sperimentare dal vivo cosa significa essere un antropologo fisico, lo specialista che si occupa di studiare le sepolture, formulando ipotesi e teorie sulla vita del passato.
Attraverso cazzuole e pennelli i ragazzi potranno mettere in luce uno scheletro, osso dopo osso, scoprendo insieme i piccoli oggetti posti a corredo della sepoltura.

Per saperne di più

L’antropologia fisica applicata all’archeologia è una disciplina che ha come obiettivo lo studio delle ossa umane, finalizzato alla ricostruzione della società in un determinato momento storico. Da uno scheletro è infatti possibile ricavare informazioni su età, sesso e stato di salute, a volte addirittura l’abbigliamento, il tipo di alimentazione della persona sepolta ed anche alcune abitudini quotidiane e rituali del periodo e del luogo in cui viveva. Anche gli oggetti di corredo possono fornire una quantità sorprendenti di dati, che danno vita a stimolanti interpretazioni.

Modalità

In questo laboratorio verrà simulato uno scavo utilizzando modelli di scheletri umani e oggetti di corredo, fedelmente ricostruiti. Dopo una breve introduzione sull’attività, i ragazzi potranno sperimentare cosa significa portare alla luce resti ossei e altri reperti attraverso strumenti specifici. Mediante un’osservazione accurata e guidata dai nostri collaboratori, i ragazzi impareranno a distinguere il sesso, l’età, le abitudini e il ruolo sociale dell’inumato, oltre a ipotizzare una datazione della sepoltura esaminata.

GUARDA LA GALLERY

Ti servono più informazioni su questa attività?

I messaggi spediti verranno visualizzati dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 17:00



Il nostro sito Web usa i cookie per migliorare l'esperienza online, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.

OK, PROSEGUI PIÙ INFO