Laboratorio “manintrecci”

Adatto alle classi: di ogni ordine e grado a partire dalla III della Scuola Primaria
Prenotazione: obbligatoria

Laboratorio “manintrecci”

Erbe, rami e cortecce sono gli elementi protagonisti dell'attività. Dopo l'osservazione di alcuni oggetti ricostruiti, anche i ragazzi potranno mettersi alla prova per far creare, intreccio dopo intreccio, un oggetto personale, imparando a sfruttare lo strumento più importante per un uomo (preistorico e non): le proprie mani!

Per saperne di più

L’arte dell’intreccio a mano è forse una delle più antiche forme di artigianato esistenti, precedendo e forse anche ispirando l’invenzione della tessitura. Poiché i materiali vegetali sono di difficile conservazione, le prime testimonianze della produzione di cesti in Europa risalgono solo al Neolitico e molte provengono proprio da siti palafitticoli; la tecnica tuttavia ha radici fin nel Paleolitico. Tutti i manufatti preistorici a intreccio testimoniano l’esistenza di tecniche di lavorazione diverse e lo sfruttamento della flora locale, in particolare giunchi ed erbe palustri, graminacee, rafia, cortecce e rami flessibili.

Modalità

I partecipanti inizialmente verranno introdotti alle forme più comuni di intreccio nella Preistoria, osservando ricostruzioni di manufatti semplici come corde, reti e stuoie e più complessi come cesti e elementi di abbigliamento. Successivamente saranno guidati alla scoperta del rapporto che l’uomo preistorico aveva con l’ambiente e della scelta accurata delle materie prime. Infine i bambini e i ragazzi potranno realizzare un manufatto in midollino, materia prima molto facile da gestire per approcciarsi all'arte dell’intreccio.

GUARDA LA GALLERY

Ti servono più informazioni su questa attività?

I messaggi spediti verranno visualizzati dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 17:00



Il nostro sito Web usa i cookie per migliorare l'esperienza online, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.

OK, PROSEGUI PIÙ INFO