Escursioni guidate

Prenotazione: obbligatoria

Escursioni guidate

Il Parco Archeologico Didattico del Livelet è un punto di partenza per numerose escursioni sul territorio, sia nel Parco dei Laghi della Vallata, sia nelle meravigliose Prealpi.
Le escursioni vengono organizzate da marzo a ottobre in collaborazione con Naturalmente Guide.

Scarica il programma autunno 2019

Alla scoperta dei laghi

Il giro intorno ai laghi è un percorso a doppio anello adatto per scoprire la flora e la fauna del Parco dei Laghi della Vallata. Un tragitto facile e suggestivo che porta ad esplorare gli angoli più affascinanti di questo habitat unico, come il torrente Piaveson, un piccolo corso d’acqua che si getta nel lago di Lago, o il canneto, che ospita una ricca avifauna. Altri punti di osservazione interessanti sono: il Canale delle Barche, un canale artificiale che collega il Lago di Lago con il Lago di Santa Maria, la spiaggetta di Lago dove potersi rilassare, prendere il sole o accedere alle acque per un bagno rinfrescante e il parco Va dee Femene, un’area attrezzata per il pic-nic con giochi per bambini. I sentieri sono di recente realizzazione e sono attrezzati con pannellistica e postazioni per fare esperienze di realtà aumentata con il proprio cellulare.

NORD – Il Pian de le femene

Dal Parco Archeologico Didattico del Livelet è possibile salire al Pian de le Femene (1140 m circa) attraverso diversi sentieri: il 1033 detto anche strada dei cavai e il 1032 detto anche strada delle musse. Il dislivello risulta notevole e per affrontarli è necessaria una certa preparazione atletica. Arrivati in cima ulteriori percorsi vi aspettano verso il Monte Visentin (1763 m) o verso il Monte Cimone (1290 m circa) e verso il Passo San Boldo (710 m circa).

OVEST – In bicicletta verso Cison di Valmarino

Dal Parco Archeologico Didattico del Livelet è possibile percorrere in direzione ovest prima la pista ciclabile e successivamente i numerosi sentieri per raggiungere le località di Gai e Mura (Cison di Valmarino). Il dislivello è trascurabile e proseguendo si può arrivare fino ai borghi di Cison di Valmarino e Follina.

SUD – Verso Tarzo e Refrontolo

Seguendo parte del sentiero 1051 è possibile raggiungere gli abitati di Reseretta, Resera e poi Arfanta (Tarzo). Dopo aver passeggiato per le colline di Tarzo si può decidere di proseguire verso Refrontolo, il Mulinetto della Croda e il Bivacco Marsini seguendo parte del sentiero 1050. I dislivelli sono di facile e media difficoltà.
Sempre dalle colline di Tarzo e dal centro del paese è possibile raggiungere l’area delle Perdonanze (anch’esso SIC di Rete Natura 2000) attraverso il sentiero 1051A e poi il 1050.

EST – Monte Comun e Monte Baldo

Attraverso il sentiero 1052A è possibile raggiungere la suggestiva frazione di Nogarolo (Tarzo) e poi salire al Monte Comun (490 m) seguendo il sentiero 1051, oppure accedere al Monte Baldo (590 m) lungo il 1043 e poi scendere fino a Serravalle (Vittorio Veneto). Sempre da Nogarolo si può percorrere il sentiero 1052, ai piedi del Monte Baldo, percorrendo in parte la Via dell’acqua e arrivare sempre a Serravalle. I dislivelli in questo caso sono di facile e media difficoltà.

GUARDA LA GALLERY

Ti servono più informazioni su questa attività?

I messaggi spediti verranno visualizzati dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 17:00



Il nostro sito Web usa i cookie per migliorare l'esperienza online, continuando la navigazione ne autorizzi l'uso.

OK, PROSEGUI PIÙ INFO