ESCURSIONI - I LAGHI DI REVINE

Prenota subito!!

IL LAGO DI LAGO E IL LAGO DI SANTA MARIA

Il lago di Lago, detto anche di San Giorgio, e il lago di Santa Maria sono due bacini lacustri di origine glaciale, situati lungo la Vallata che si estende ai piedi delle Prealpi fra Vittorio Veneto e Follina.
La loro origine si può collocare alla fine dell’ultima glaciazione (Glaciazione di Würm - circa da 90.000 a 10.000 anni a.C.), in seguito al ritiro del ramo del ghiacciaio del Piave che occupava la valle. Subito dopo lo scioglimento si formò un unico grande lago, che rimase tale fino ai secoli XIII-XIV.

Oggi i laghi sono due e sono separati da un piccolo lembo di terra paludosa attraversato da un canale artificiale di collegamento chiamato “canale delle barche”. L’alimentazione dei laghi dipende da diverse sorgenti carsiche, alcune delle quali sotterranee. La loro portata è intermittente e varia in base alle precipitazioni meteorologiche. Il torrente Piaveson è quella più nota e più grande. L’unico emissario è il canale artificiale Tajada che collega il lago di Lago al fiume Soligo.

UN PO’ DI NUMERI...

Dimensioni del Lago di Lago: lunghezza 1200 m, larghezza 300/500 m, profondità media 8 m
Dimensioni del Lago di S. Maria: lunghezza 1050 m, larghezza 250/500 m, profondità media 6.5 m
Quota media delle sponde: circa 225 m slm
Lunghezza “canale delle barche”: circa 200 m
Lunghezza torrente Piaveson: circa 300 m

UN TESORO DA PROTEGGERE

L’ambiente lacustre è un habitat di straordinario valore, caratterizzato da una vegetazione tipica e popolato da tantissimi animali, ai quali offre acqua, cibo, rifugio, siti per nidificare e un microclima favorevole.
Si tratta anche un ambiente delicato e fragile, costantemente minacciato sia dalle attività antropiche (agricoltura, rifiuti, scarichi …), sia da alcuni fenomeni naturali (clima, eventi meteorologici, processi evolutivi della vegetazione), che merita una tutela adeguata e il rispetto da parte dell’intera comunità.

L’area dei laghi fa parte di un Sito di Importanza Comunitaria (SIC) identificato con il codice IT3240014 “Laghi di Revine” dalla Direttiva “Habitat” (92/43/CEE).
La Direttiva “Habitat” (92/43/CEE) ha istituito a livello europeo Rete Natura 2000, che include le zone naturali protette e comprendente anche le zone designate nell’ambito della Direttiva “Uccelli” (79/409/CEE). Lo scopo è proprio quello di garantire la conservazione e la protezione della biodiversità, insieme alla sopravvivenza a lungo termine delle specie e degli habitat più vulnerabili.